De RosaInglese

GREGA BOLE FIRMA IL PRIMO SUCCESSO STAGIONALE DEL TEAM.

GREGA BOLE FIRMA IL PRIMO SUCCESSO STAGIONALE DEL TEAM.

Lo sloveno Grega Bole, tornato in forza al team NIPPO Vini Fantini proprio in questa stagione, firma il primo successo stagionale del team. Grande prestazione di tutta la squadra, oggi anche in fuga con Genki Yamamoto.


The Slovenian rider Grega Bole, back to NIPPO Vini Fantini in 2016 season, signed the first success of the season for the team. Great race of all the team, today also in the first escape with Genki Yamamoto.

Debutto vincente sulle strade italiane per il team NIPPO Vini Fantini, che dopo le gare in Argentina e Australia inizia la stagione delle corse italiane con una vittoria, la prima della stagione. L’approccio e la determinazione #OrangeBlue sono emerse sin dalle prime battute con la lunga fuga di giornata diel giovane talento giapponese Genki Yamamoto, già in luce al Tour de San Luis in questo inizio di stagione con una fuga e una vittoria sfiorata.
La grande azione la mette a segno nel finale Grega Bole, rimasto al coperto per tutta la corsa, riesce a inserirsi nell’azione giusta. Nel finale con grande determinazione riesce a chiudere sui tentativi avversari imponendosi in una lunga volata di forza davanti a Gavazzi (Androni-Sidermec) e Ulissi (Lampre-Merida).

Stefano Giuliani, ha guidato il team in ammiraglia:
“Sono davvero felice di come ha lavorato la squadra. Quel che ci siamo detti la mattina, abbiamo fatto in corsa. Un corridore come Grega ci mancava per completare il puzzle e rendere ancora più competitiva la squadra. In Argentina ci siamo rodati molto bene, qui a Donoratico, alla prima italiana abbiamo vinto. Grega Bole è un grande corridore e quando è in queste condizioni difficilmente sbaglia. Bellissimo tornare a gioire insieme a lui. Ci tengo anche a menzionare Genki Yamamoto protagonista di un’altra grande fuga dopo quella del Tour de San Luis. Il giovane e talentoso corridore giapponese è in forte crescita.”

Grega Bole:
“Ringrazio tutta la squadra perché mi hanno portato esattamente dove dovevo essere nel momento decisivo. Prima mi hanno permesso di correre coperto senza espormi per poi inserirmi nell’azione giusta. Una volta dentro ho deciso di chiudere su tutti gli scatti fino all’ultimo km, a costo di valutare poi se avrei ancora avuto le gambe per fare la volata, ma era l’unico modo per provare a vincere. Gli ultimi 300 metri sono stati lunghi sono andato via di forza e sono davvero felice per la vittoria e per dare questa gioia alla squadra che più di tutte mi ha voluto, è stato un ritorno con grande felicità.”

Francesco Pelosi, commenta così la sua prima vittoria “italiana” da General Manager dopo gli 11 successi raccolti in Europa ed Asia nel 2015. “Siamo sicuri di aver accresciuto la compagine atletica per questa stagione, sopratutto grazie all’inserimento di un nuovo leader aggiunto come Grega Bole che in questo tipo di percorsi è tra i più forti e può sempre giocarsi la vittoria. Oggi poi è stato bravissimo ad avere sangue freddo nel finale e finalizzare al meglio il lavoro fatto da lui e da tutta la squadra durante la giornata.”


Winning seasonal debut on Italian roads for the NIPPO Vini Fantini team, that after Argentina and Australia races begin the season of Italian races with a victory. The attitude and determination #OrangeBlue were noticed since from the begin of the race with the escape of the day from Genki Yamamoto.
The great action is made by Grega Bole, that remains covered for all the race, going inside the right action. In the final part he is able to close on all the other riders winning a long sprint in front of Gavazzi (Androni-Sidermec) and Ulissi (Lampre-Merida).

Stefano Giuliani, has been leading the team from the team car:
“I’m very happy of how the team worked for all the day. What we said in the morning we did in the race. A rider as Grega was missing to complete the puzzle and have strongest team. In Argentina we have done a good job, and here in Donoratico in the first Italian race we won. Greg Bole is a great rider and when he his in this great condition is very difficult that he fails. It is great to come back enjoy the victory together with him. I want to mention also Genki Yamamoto for another good escape after the one in Argentina. The young talented Japanese rider is growing up.”

Grega Bole declared:
“I want to thank all the team because the help me to be exactly where I had to be when I had be there. Once taken the good action I decided to close on each tentative of my competitors until the last km, also risking to finish my leg for the final sprint, but it was the only way to win. It is great to win with the team that most of all wanted me.”

Francesco Pelosi, comments his first Italian victory as General Manager of the team after the 11 success in Europe and Asia of the 2015. “We are sure that our sportive level of competition has grow up this year, especially with the arrival of Grega Bole, an added leader for the team, that in this kind of roads is one of the best in the world and can always play for the final victory. Today he has been great to have the right concentration in the final part to play well his chance.”

Lunedì, 8 Febbraio 2016 · Risultati Agonistici
Torna al Blog