De RosaInglese

Officina De Rosa / Protos: presentazione ufficiale

Protos: presentazione ufficiale

“Protos è il progetto più significativo mai intrapreso in De Rosa. E’ il risultato di due anni d’ impegno in cui abbiamo voluto affrontare la nascita di un nuovo modello con un approccio ingegneristico e di design. Chi ci conosce, sa che un predecessore è già esistito nella nostra storia e la volontà di mantenere quel suono nel nome e quell’assonanza all’avvenirismo tipico dei prototipi non è casuale: il Protos è la quintessenza di tutto ciò che è possibile applicare a una bicicletta. Il suo varo cade nel giorno in cui è nato Ugo De Rosa”

Il modello, disponibile sul mercato da febbraio 2012, racchiude in sé tutto il prezioso know-how cumulato in quasi sessant’anni di lavoro: la profonda conoscenza dei metalli ha consentito di sfruttare le esperienze e riapplicarle al carbonio.

Protos è uno studio esploso nella composizione del materiale, nei calcoli strutturali grazie a una collaborazione condivisa con l’ing. Marco Genovese; questo ci ha consentito di sviluppare il progetto di ingegneria e design, arrivando a creare un telaio leggero, tutto integrato, dalle dimensioni importanti ma con alte performance, duraturo con un design unico, senza tempo.

Le sezioni di cui si compone il Protos rispondono proprio a questo connubio tra principio scientifico e principio estetico, su misura: il comfort di guida convive con le dimensioni sostenute grazie alla composizione del carbonio*; la capacità di disperdere le irregolarità dell’asfalto si sposa nel design grazie a una forcella head flat face; l’incremento delle performance si accosta alla volontà di presentare un telaio pulito grazie alla ponderazione di spazi e misure per integrarvi cavi, serie sterzo, movimento centrale e forcella anteriore.

Nulla è lasciato irrisolto: know-how, capacità, ingegneria ed estetica.
Perché Ugo De Rosa andò controcorrente quando decise di usare forcella piatta nelle biciclette in acciaio, ma vide lontano in questa scelta.
Perché la leggerezza che ricercava, doveva garantire sempre stabilità per cui solo la composizione dei materiali lo aiutava in questo obiettivo: ed era la strada giusta da percorrere.
Perché la sua bicicletta doveva durare nel tempo come la passione che ancora oggi anima la sua officina: Protos è il successore di questa filosofia De Rosa, presentata il giorno del suo compleanno per celebrare virtualmente il suo modo unico di costruire telai. Perché tanto dovrà passare prima di ricreare una essenza customizzabile di materiale, tecnologia e arte, come è ora il Protos.

 Disponibile ad oggi in questa colorazione, avrà quattro tipi di montaggio:
- Campagnolo Super Record
- Campagnolo Super Record EPS
-  Shimano dura-ace
- Shimano dura-ace DI-2
Proposto in otto misure regolari, anche customizzabile su richiesta del cliente.

*Composizione del Materiale Carbonio
50% 30Tons High Modulus with High Strength T800 Carbon Pre-Preg + 40% 46Tons UltraHigh Modulus HS40 Carbon Pre-Preg + 10% 60Tons Super High Modulus XN-60 Carbon Pre-Preg

Per maggiori informazioni: redazione@derosanews.com

Giovedì, 26 Gennaio 2012

Protos

Particolari sul telaio